Scarica App MyGFR
Scarica App MyGFR Scarica App MyGFR
Promuovi un tuo evento
Calcolatore Vascular Age
Entra in MyCardioLink - il Cardio social
DOAC REal Life Practice
Leggi il documento
High Pressure
Heart & Brain
Thrombosis Clinic
Misura
Entra in OPEN LAB
Entra nella sezione di CardioLink
Entra nella sezione di DiabeLink
Entra in EXPERIENCE DESK
Entra in BEST PRACTICE
Speciale ESC 2018
Speciale ACC 2018
Speciale AHA 2017
Richiedi Cartaceo di CardioLink e DiabeLink

Prossimi Congressi

Today News
  • Predittori di aritmia ventricolare minacciosa nei pazienti con cardiomiopatia aritmogena
    Fonte: Øyvind H.LieMD - JACC: Cardiovascular Imaging - DOI: 10.1016/j.jcmg.2018.05.017. Questo studio ha lo scopo di identificare predittori clinici, elettrocardiografici e di imaging cardiaco di aritmia ventricolare potenzialmente letale in pazienti con cardiomiopatia aritmogena. Sono stati seguiti seguiti i probandi e membri della famiglia positivi a mutazioni per cardiomiopatia aritmogena senza aritmie ventricolari documentate dal momento della diagnosi al primo evento. Sono stati inclusi 117 pazienti (29% di probandi, 50% di donne, 40 ± 17 anni di età). Durante il follow-up di 4.2 anni (intervallo interquartile [IQR]: 2.4-7.4), 18 (15%) pazienti hanno presentato aritmie ventricolari potenzialmente letali. L'incidenza a 1, 2 e 5 anni era rispettivamente del 6%, 9% e 22%. La storia di esercizio...leggi la news
  • Associazione di terapia anticoagulante e antiaggregante nei pazienti con fibrillazione atriale e coronaropatia: quale associazione?
    Fonte: CarolineSindet-Pedersen - Journal of the American College of Cardiology - DOI: 10.1016/j.jacc.2018.07.054. La strategia di trattamento ottimale quando si combinano antipiastrinici con anticoagulanti orali in pazienti con fibrillazione atriale (FA) e infarto miocardico (MI) o sottoposti a intervento coronarico percutaneo (PCI) non è nota. Gli autori hanno studiato il rischio di sanguinamento, ictus ischemico, infarto miocardico e mortalità per tutte le cause associata agli anticoagulanti orali diretti (NAO) rispetto agli antagonisti della vitamina K (VKA) in combinazione con aspirina, clopidogrel o entrambi in pazienti con FA in seguito a infarto miocardico e / o PCI. Complessivamente, nella popolazione studiata sono stati inclusi 3.222 pazienti, di cui 875 (27%) sono stati trattati con VKA +...leggi la news
  • BNP e prognosi nella fibrillazione atriale
    Fonte: Taku Inohara - BMJ Journals - http://dx.doi.org/10.1136/heartjnl-2018-313642. In questo studio è stata valutata la correlazione tra i livelli di BNP e la prognosi di pazienti con fibrillazione atriale comprendendo la progressione di fibrillazione atriale, l'outcome composito dei principali eventi avversi cardiovascolari o neurologici (MACNE) e il sanguinamento maggiore. La progressione della FA è stata definita come evoluzione da parossistica a persistente/permanente, o da persistente a permanente a qualsiasi follow-up. In 13.375 pazienti con FA, di cui 2.797 con valori di BNP al basale (età media (IQR), 72,0 (63,0-80,0) anni, 43,0% donne, BNP medio, 238 (102-502) ng / L, 42,3%), 1.282 sono stati analizzati nel modello di progressione di FA. La probabilità di progressione della...leggi la news
  • Prolasso mitralico e morte cardiaca improvvisa: risultati di una metanalisi
    Fonte: Chrishan J Nalliah - BMJ Journals - http://dx.doi.org/10.1136/heartjnl-2017-312932. È stata eseguita una meta-analisi e una revisione sistematica per determinare la (1) prevalenza del prolasso valvolare mitralico (PVM) nella popolazione generale; (2) prevalenza del PVM in tutte le morti improvvise (MCI) e MCI inspiegabile; (3) incidenza della MCI nel PVM e (4) fattori di rischio per MCI. La prevalenza deò PVM è stata dell'1,2% (95% IC 0,5-2,0) nella popolazione comune. Tra le vittime di MCI, la causa della morte è rimasta indeterminata nel 22,1% (IC 95% da 13,4 a 30,7); di questi, un PVM è stato osservato nell'11,7% (IC 95% da 5,8 a 19,1). L'incidenza di MCI nella popolazione con PVM era dello 0,14% (IC...leggi la news
  • Iponatriemia e disfunzione ventricolare destra nello scompenso cardiaco acuto
    Fonte: Heesun Lee - BMJ Journals - http://dx.doi.org/10.1136/heartjnl-2017-312084. Questo studio caso-controllo ha valutato 2.935 pazienti con insufficienza cardiaca acuta di cui 116 pazienti con grave iponatriemia persistente, definita come livello sierico di sodio <130 mmol / L al momento del ricovero e <135 mmol / L prima della dimissione sono stati confrontati a 232 controlli. La disfunzione ventricolare destra (FAC <35%) era più prevalente in pazienti con iponatriemia persistente grave che in quelli senza (81,0% vs 33,6%, p <0,001). L'iponatriemia era fortemente associata alla disfunzione del ventricolo destro (aggiustata O 8,00, IC 95% da 4,50 a 14,22, p <0,001), ma non coa quella sinistra (aggiustata OR 1,21, IC 95% 0,74-1,50, p = 0,308). La disfunzione...leggi la news

Primo Piano

Attendi...
loading
3-2018
DiabeLink
ANTICOAGULANTI ORALI? MAI STATI COSÌ SICURI!
AUTOMONITORAGGIO GLICEMICO E TERAPIA DEL DIABETE
Guida Sicura
Speciale
BBMAX
Best Practice
OpenLab
Experience Desk