Scarica App MyGFR
Scarica App MyGFR Scarica App MyGFR
Promuovi un tuo evento
Calcolatore Vascular Age
Entra in MyCardioLink - il Cardio social
DOAC REal Life Practice
Leggi il documento
High Pressure
Heart & Brain
Thrombosis Clinic
Misura
Entra in OPEN LAB
Entra nella sezione di CardioLink
Entra nella sezione di DiabeLink
Entra in EXPERIENCE DESK
Entra in BEST PRACTICE
Speciale ESC 2018
Speciale ACC 2018
Richiedi Cartaceo di CardioLink e DiabeLink

Prossimi Congressi

Today News
  • Il microbiota intestinale nell’azione metabolica della metformina
    Fonte: Sun L et al, Nature Medicine volume 24, pages 1919–1929 (2018) https://doi.org/10.1038/s41591-018-0222-4 . Si ritiene che l'effetto anti-iperglicemico della metformina sia causato dalla sua azione diretta sui processi di segnalazione negli epatociti, con riduzione della gluconeogenesi epatica. Recentemente, tuttavia, è stato riportato che la metformina è in grado di alterare il microbiota intestinale nell'uomo. Ciò ha portato ad ipotizzare che l'azione del farmaco sul metabolismo glucidico potrebbe essere il risultato della modulazione della biodiversità intestinale. Uno studio recentemente pubblicato su Nature Medicine ha descritto un possibile meccanismo attraverso cui l’effetto farmacologico della metformina potrebbe coinvolgere, al contempo, metaboliti batterici e target molecolari dell’ospite. Lo studio è stato condotto su campioni biologici provenienti da pazienti...leggi la news
  • Valore prognostico dell'onda T positiva in aVR: un nuovo marker di eventi avversi cardiaci nella cardiomiopatia peripartum
    Fonte: Ann Noninvasive Electrocardiol. 2019 Jan 17:e12631. doi: 10.1111/anec.12631. [Epub ahead of print]. La cardiomiopatia peripartum (PPCM) è una complicanza non comune della gravidanza. Le manifestazioni cliniche di PPCM sono marcatamente eterogenee. Le onde T positive nella derivazione aVR (TaVR) sembrerebbero essere associate ad eventi avversi cardiaci in diverse malattie cardiovascolari. Questo studio ha avuto come obiettivo, la valutazione della prevalenza e il ruolo prognostico della TaVR positivo nelle pazienti con PPCM. Sono state arruolate un totale di 82 pazienti (età media 29,1 ± 6,3 anni) con diagnosi di PPCM. L'elettrocardiogramma di presentazione (ECG) è stato studiato verificando la presenza di un TaVR positiva. La durata mediana del follow-up è stata di 67,0 mesi. L'endpoint primario...leggi la news
  • Valutazione dei battiti ventricolari prematuri negli atleti
    Fonte: Ann Cardiol Angeiol (Paris). 2019 Jan 22. pii: S0003-3928(18)30202-6. doi: 10.1016/j.ancard.2018.10.013. [Epub ahead of print]. I battiti ventricolari prematuri (PVC) sono generalmente considerati un'anomalia elettrocardiografica benigna nella popolazione degli atleti. Tuttavia tale riscontro, può essere indicativo di una cardiopatia sottostante che può aumentare il rischio di morte improvvisa. Ciò implica la necessità di una valutazione cardiologica prima di poter dare indicazione a praticare sport competitivi. Lo scopo di questo studio è stato valutare una popolazione di atleti con PVC e stabilire eziologie sottostanti per prendere una decisione in merito alla pratica sportiva. Questo è uno studio prospettico che ha incluso atleti esaminati nel Centro nazionale tunisino di medicina sportiva e scienze dello sport (TNCSM)...leggi la news
  • Rischio di strokes in pazienti che assumono anticoagulanti: i risultati dello studio COMPASS
    Fonte: Circulation. 2019 Jan 22. doi: 10.1161/CIRCULATIONAHA.118.035864. [Epub ahead of print]. Gli ictus sono significativamente ridotti dalla combinazione di rivaroxaban più aspirina rispetto all'aspirina, nel trial COMPASS. Presentiamo i risultati dettagliati relativi al tipo di ictus, i predittori e gli effetti antitrombotici nei diversi sottogruppi. I pazienti inclusi avevano malattia coronarica stabile o un'arteropatia periferica e sono stati assegnati random ad assumere aspirina 100 mg una volta al giorno (n = 9.126), rivaroxaban 5 mg due volte al giorno (n = 9.117) o rivaroxaban 2,5 mg due volte al giorno più l'aspirina (n = 9.152). Sono stati esclusi i pazienti che necessitavano di anticoagulazione, che avevano avuto un ictus melmose precedente, con storia di un...leggi la news
  • LEADER Trial: nei pazienti con diabete mellito di tipo 2 e alto rischio cardiovascolare, la liraglutide ha ridotto gli eventi cardiovascolari
    Fonte: Subodh Verma - Circulation. 2018;138:2884–2894. LEADER Trial: nei pazienti con diabete mellito di tipo 2 e alto rischio cardiovascolare, la liraglutide ha ridotto gli eventi cardiovascolari sia nei pazienti con storia di infarto miocardico / ictus sia in quelli con malattia cardiovascolare aterosclerotica senza infarto miocardico / ictus. Queste sono le conclusioni della post hoc analysis coordinata da Subodh Verma dell’università di Toronto, Canada. La Liraglutide, un analogo del peptide-1 simil-glucagone (GLP-1) umano, ha ridotto gli eventi cardiovascolari e la mortalità nei pazienti con diabete mellito di tipo 2 nello studio LEADER. A tal riguardo i ricercatori hanno voluto eseguire un'analisi post hoc per valutare l'efficacia della liraglutide nei con e senza una storia...leggi la news

Primo Piano

Attendi...
loading
3-2018
DiabeLink
ANTICOAGULANTI ORALI? MAI STATI COSÌ SICURI!
AUTOMONITORAGGIO GLICEMICO E TERAPIA DEL DIABETE
Guida Sicura
Speciale
BBMAX
Best Practice
OpenLab
Experience Desk