Today News
  • Un nuovo effetto del fumo: fumare riduce l’attività parasimpatica ed aumenta i valori di pressione arteriosa e frequenza cardiaca
    Fonte: Ohta Y et al - Clin Exp Hypertens. 2016 Jul 8:1-4. [Epub ahead of print]. In questo studio è stato valutato l’impatto del fumo di sigaretta sul ritmo circadiano della pressione arteriosa (BP), sulla frequenza cardiaca (HR), e sulla variabilità HR (HRV) in pazienti ipertesi. Sono stati arruolati sedici fumatori ipertesi (57 ± 2 anni) in trattamento antipertensivo. Sono stati eseguiti Il monitoraggio ambulatoriale della BP, HR, ed un ECG ogni 30 minuti per l’analisi spettrale della frequenza cardiaca in due giorni diversi nello stesso pazienti (un giorno di fumo ed uno di non fumo ). La BP media delle 24 ore la BP diurna erano più alti nel giorno del fumo rispetto a...leggi la news
  • La prevalenza di ipertensione misconosciuta è ancora troppo elevata!
    Fonte: Petersen J et al: - Prev Med Rep. 2016 May 17;4:81-6. . L’ipertensione arteriosa, quando asintomatica, può a lungo rimanere misconosciuta. In 8933 soggetti di età compresa tra 40-74 anni, intervistati e sottoposti a un esame di salute fisica a domicilio nel triennio 2010-2012 la prevalenza di ipertensione non trattata senza una storia di malattia cardiovascolare è stata del 7% per gli uomini, 2% per le donne, e il 5% complessivo. La prevalenza era più elevata nei soggetti di età compresa tra 55 e 64 anni. Il sesso maschile, il fumo, la sensazione di benessere fisico, l’assunzione di latticini grassi, l’alto consumo di alcol, e la solitudine erano fattori predittivi di ipertensione misconosciuta. In...leggi la news
  • Elevati livelli di acido urico sono correlati allo stato di “non Dipper” in pazienti ipertesi
    Fonte: Ahbap E et al. - Clin Exp Hypertens. 2016 Jul 8:1-9. [Epub ahead of print]. L’associazione tra iperuricemia e rischio cardiovascolare è oggetto di numerosi studi negli ultimi anni. Lo scopo di questo studio era di valutare i livelli di acido urico, dei principali marker infiammatori [proteina C-reattiva (CRP), neutrophil-to-lymphocyte ratio (NLR), and platelet-to-lymphocyte ratio (PLR)] and mean platelet volume (MPV), in pazienti ipertesi con o senza malattia renale cronica (CKD) rispetto al ritmo circadiano della pressione arteriosa.Sonos tati arruolati 432 pazienti ipertesi con (n = 340) o senza (n = 92) CKD ed è stata ricercata la correlazione dei livelli sierici di acido urico con i marcatori infiammatori (CRP, PLR, NLR) con lo...leggi la news
  • L’ipotensione ortostatica prima causa di sincope nell’anziano con decadimento cognitivo. Occhio ai farmaci!
    Fonte: Ungar A et al - J Am Geriatr Soc. 2016 Jun 28. doi: 10.1111/jgs.14225. [Epub ahead of print]. Lo studio Multicentrico SYD (Syncope and Dementia registry), ha arruolato 367 pazienti anziani con sincope o caduta non spiegata e decadimento cognitivo. I pazienti avevano un età superiore agli 80 anni di media ed assumevano un numero molto elevato di farmaci, soprattutto cardiovascolari. Nei pazienti con caduta non spiegata in quasi il 50% dei casi la caduta era legata a perdità di coscienza non riconosciuta. I pazienti con diagnosi finale di sincope avevano ipotensione ortosttaica nel 48% dei casi, una percentuale nettamente più elevata di quelle risocntrate in studi condotti in pazienti senza decadimento cognitivo. L’elevato...leggi la news
Ricerca nelle nostre news



Primo Piano

Loading images
loading
2-2016
ANTICOAGULANTI ORALI? MAI STATI COSÌ SICURI!
DiabeLink
AUTOMONITORAGGIO GLICEMICO E TERAPIA DEL DIABETE
Guida Sicura
Speciale
BBMAX
Best Practice
OpenLab
Experience Desk