Today News
  • Mortalità nei pazienti con emorragia intracranica: il trattamento antipiastrinico al momento dell’evento gioca un ruolo?
    Fonte: Khan NI, et al. Stroke. 2017 Jun 8. pii: STROKEAHA.117.016290. doi: 10.1161/STROKEAHA.117.016290. [Epub ahead of print] PubMed PMID: 28596454 . Sebbene sia noto che l'uso della terapia antipiastrinica è associato ad un aumentato rischio di emorragia intracranica, i dati riguardanti il regime antitrombotico al momento dell'evento e il suo impatto sulla prognosi sono limitati. Questo studio ha analizzato i dati di 82.576 pazienti con emorragia intracranica che non assumevano terapia anticoagulante orale. Al momento dell'evento, il 66% dei pazienti non era in terapia antiaggregante, il 29% assumeva un singolo antiaggregante e il 5% assumeva duplice terapia antiaggregante. Nei pazienti in terapia antiaggregante si è registrato un modesto aumento della mortalità ospedaliera rispetto a coloro...leggi la news
  • E’ possibile applicare i risultati dello studio SPRINT nei pazienti con aterosclerosi?
    Fonte: Varshney A, et al. Int J Cardiol. 2017 Jun 1. pii: S0167-5273(17)31857-0. doi: 10.1016/j.ijcard.2017.05.104. [Epub ahead of print] PubMed PMID: 28602550 . Il target pressorio ottimale per ridurre il rischio di eventi cardiovascolari non è ancora chiaro, soprattutto nei pazienti con malattia coronarica. I risultati dello studio SPRINT suggeriscono che il target di pressione arteriosa sistolica inferiore a 120 mmHg sia associato ad una riduzione del tasso di mortalità e di eventi cardiovascolari in pazienti ad alto rischio. Questa analisi dei dati del registro REACH ha valutato l'applicabilità reale dello SPRINT in pazienti con aterosclerosi subclinica e non. 35.411 pazienti ipertesi sono stati classificati come eleggibili o meno allo SPRINT in base ai criteri...leggi la news
  • Doppia terapia antiaggregante nei pazienti diabetici con sindrome coronarica acuta non sottoposti a rivascolarizzazione
    Fonte: Dalby AJ, et al. Am Heart J. 2017 Jun;188:156-166 . I pazienti diabetici che presentano una sindrome coronarica acuta trattata con angioplastica coronarica hanno ottenuto un beneficio più evidente dalla doppia terapia antiaggregante con prasugrel rispetto al clopidogrel. Non è ancora noto se questo sia valido anche per i pazienti diabetici gestiti in terapia medica. Lo studio TRILOGY ACS ha confrontato il prasugrel rispetto al clopidogrel in aggiunta all'aspirina in pazienti con NSTEMI non sottoposti a rivascolarizzazione. Questa analisi del TRILOGY ACS ha confrontato queste diverse strategie di trattamento tra 3.539 pazienti diabetici e 5.767 non diabetici. Rispetto ai non diabetici, i pazienti diabetici erano più giovani, più comunemente donne, avevano un peso corporeo...leggi la news
  • Valore predittivo dei biomarkers di infiammazione sul rischio di fibrillazione atriale
    Fonte: Willeit K, et al. JAMA Cardiol. 2017 May 1;2(5):516-523 . Numerose evidenze hanno mostrato un'associazione tra l'infiammazione e la fibrillazione atriale. Questo studio ha valutato la correlazione tra una serie di biomarkers di infiammazione e l'incidenza di fibrillazione atriale utilizzando i dati di uno studio di coorte con un follow-up di 20 anni. Sono stati valutati 909 soggetti di età compresa tra 40 e 79 anni in cui erano stati misurati i livelli di 13 marcatori infiammatori al basale. I risultati sono stati replicati anche in una popolazione di controllo. Tra gli 880 soggetti senza fibrillazione atriale al basale, 117 hanno sviluppato l'aritmia durante il periodo di follow-up (tasso di incidenza 8.2 per 1.000...leggi la news
  • Buone notizie dall’Asia: in discesa i trend di incidenza delle complicanze cardiorenali e della mortalità nel diabete di tipo 2
    Fonte: Luk AOY, et al. Diabetes Care. 2017 May 10. pii: dc162354. doi: 10.2337/dc16-2354. [Epub ahead of print] PubMed PMID: 28490423. Questo è il primo studio epidemiologico condotto in Asia volto ad analizzare i trend di incidenza delle complicanze cardiorenali e della mortalità nel diabete di tipo 2. Sono stati utilizzati i dati di una grande coorte longitudinale di adulti cinesi con diabete di tipo 2 a Hong Kong. Tra il 2000 e il 2012, 338.908 adulti cinesi con diabete di tipo 2 sono stati sottoposti a valutazione metabolica e screening delle complicanze in 16 centri diabetologici. Durante il periodo di osservazione l'incidenza delle complicanze del diabete e della mortalità è risultata in diminuzione indipendentemente...leggi la news

Primo Piano

Attendi...
loading
2-2017
DiabeLink
ANTICOAGULANTI ORALI? MAI STATI COSÌ SICURI!
AUTOMONITORAGGIO GLICEMICO E TERAPIA DEL DIABETE
Guida Sicura
Speciale
BBMAX
Best Practice
OpenLab
Experience Desk