CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Idroclorotiazide per il trattamento dell’ipertensione arteriosa induce effetti metabolici nel diabete di tipo 2

Fonte: Eur Rev Med Pharmacol Sci. 2016. Lin JJ.

Circa i due terzi dei pazienti con diabete di tipo 2 (DM2) presentano elevati valori pressori ed il controllo ottimale della pressione arteriosa (PA) è fondamentale nella prevenzione delle complicanze micro- e macrovascolari. I diuretici tiazidici sono largamente utilizzati, soprattutto in associazione agli inibitori del sistema renina angiotensina (SRA), come prima linea terapeutica nell’ipertensione arteriosa (IA). Vi sono evidenze, come nello studio INVEST e nello studio VALUE, che l’associazione con idroclorotiazide (HCTZ) possa favorire l’insorgenza di DM2. Tuttavia gli effetti metabolici dei tiazidici nei pazienti ipertesi con DM2 non sono stati ben valutati.

Metodo e Risultati
E’ stata effettuata una ricerca sui database elettronici (Cochrane Library, MEDLINE, e PubMed) per identificare gli studi randomizzati controllati (RCTs) che valutassero l’assetto metabolico nei pazienti con DM2 ed ipertesi trattati con HCTZ confrontati con i pazienti che non assumevano il tiazidico. Tra tutti gli studi considerati, 13 RCTs con dati su 720 pazienti soddisfacevano i criteri e pertanto sono stati incusi nell’analisi. Dodici RCTs (696 pazienti) hanno valutato gli effetti metabolici della HCTZ a qualsiasi dosaggio nei pazienti ipertesi e diabetici vs il gruppo controllo. L’analisi mostrava che nei soggetti trattati con HCTZ, glicemia a digiuno, glicata e colesterolo totale risultavano significativamente aumentati ed i livelli di potassio significativamente ridotti. Questi effetti metabolici negativi si avevano anche nella sottoanalisi riguardante 7 RCTs (615 pazienti) che consideravano l’utlizzo di HCTZ a bassa dose (

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA