CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Automisurazione domiciliare: la prima e la seconda misurazione hanno un ruolo prognostico diverso? Dati dall’HONEST study

Fonte: Saito I et al: Hypertens Res. 2016 Dec;39(12):857-862.

Le line guida raccomandano di considerare la media di due misurazioni quando si esegue l’automisurazione domiciliare della pressione arteriosa. Questi autori hanno valutato l’impatto prognostico delle due misure separatmente, nell’ambito dello studio HONEST (HBP measurement with Olmesartan-Naive patients to Establish Standard Target blood pressure). Nei 2.02 anni di follow-up, 280 pazienti hanno avuto un evento cardiovascolare. L’hazard ratio per eventi cardiovascolari era del tutto simile impiegando la prima, la seconda o la media delle due misurazioni. Il rischio però era decisamente più alto nei pazienti che avevano una maggiore differenza tra la prima e la seconda misurazione: < -5 mmHg (HR: 2.12) or ⩾ 5 mmHg (HR: 1.44). Questo dato aumentava ancora di più per valori di pressione media più elevata (pazienti con PAS ⩾145 mmHg and una variabilità alta avevano un HR di 4.63). In clinica conviene quindi misurare due volte la pressione a prestare particolare attenzione ai pazienti con una elevata differenza tra la prima e la seconda misurazione.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA