CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Crisi ipertensiva....il rene...prima di tutto...

Fonte: Circulation 2010;121:2183-2191

Lo Studying the Treatment of Acute Hypertension (STAT) registry ha arruolato pazienti con ipertensione acuta severa (definita come e 1 misurazione della pressione arteriosa sistolica >180 mm Hg e/o diastolica >110 mm Hg e trattata con terapia antiipertensiva per via intravenosa). Di particolare interesse è apparsa l'evidenza che, all'ingresso, il 79% dei pazienti presentasse malattia renale cronica moderata (stimata come quota di filtrato glomerulare < 60 mL/min nel 46% dei casi e < 30 mL/min nel 22%). Inoltre, i pazienti con danno renale cronico risultavano maggiormente proni allo sviluppo di scompenso cardiaco (P<0.0001), infarto del miocardio non-ST (P=0.003) e danno renale acuto (P=0.007). Questi dati suggeriscono fortemente una stretta associazione tra danno e disfunzione renale ed outcome cardiovascolare in pazienti con ipertensione acuta severa. Inoltre, l'insufficienza renale cronica risulta essere una comune comorbilità nei pazienti ammessi in ospedale per crisi ipertensiva ed il danno renale acuto è una forma di danno d'organo acuto di grande rilievo in questa specifica condizione clinica.

Scarica l'allegato in PPT - Download
VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA