CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Ma guarda.. E' rispuntato l'ALLHAT

Fonte: Arch Intern Med 2010;170:851-858.

Forse il più grande, importante e criticato studio sulla terapia ipotensivante. L'ALLHAT (Antihypertensive and Lipid-Lowering Treatment to Prevent Heart Attack Trial). Ne abbiamo sentito parlare ovunque e "quasi" da chiunque. Ma quale è stato il suo impatto sulla pratica clinica di noi Medici, in particolare riguardo l'uso di diuretici tiazidici nella terapia ipotensivante? Lo Studio ha avuto una portata enorme in particolare sul JNC7 pubblicato nel 2003. Ebbene, la sorveglianzza farmaceutica ha mostrato che in molti centri americani, peraltro centri accademici, dove si organizzavano riunioni con Opinion Leader e si eseguiva una intensa campagna informativa si è avuto un incremento significativo dell'uso di diuretici tiazidici (dal 37,9% al 46,5%, p<0.05), mentre invece nei centri in cui questi supporti informativi mancavano ciò non è stato osservato. A livello nazionale statunitense l'uso dei diuretici tiazidici non si è sostanzialmente modificato tra il 2004 e 2008. Gli Autori hanno concluso che la divulgazione scientifica è determinante per l'implementazione delle possibili opzioni della terapia ipotensivante, ma che questa è tanto più efficace quanto più è estesa.

Titolo Originale: Impact of the ALLHAT/JNC7 Dissemination Project on Thiazide-Type Diuretic Use

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA