CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Un pò macabro... però..

Fonte: Quality of Care and Outcomes Research in Cardiovascular Disease and Stroke 2010 Scientific Sessions.

Una notizia davvero particolare, un pò macabra, un pò orrida, ma molto molto pragmatica... Che fine fanno i pacemakers espiantati ai pazienti post-mortem? In questo studio sono stati risterilizzati, riutilizzati su pazienti vivi e vegeti (e chi li invidia questi?) e , udite udite, hanno fatto pienamente il loro dovere, senza un eccesso di infezioni, malfunzionamenti del device, o effetti patologici avversi di alcun tipo. In realtà trattasi di una meta-analisi che ha coinvolto 603 pazienti, presentato la settimana scorsa in una delle session annuali dell'American Heart Association . Gli Autori della metanalisi hanno concluso che "i pacemakers espiantati ed adeguatamente trattati sono sicuri, efficaci e rappresentano una valida opzione soprattutto per i paesi del terzo mondo che altrimenti non avrebbero alcuna altra possibilità nel trattamento delle bradiaritmie in generale". I loro dati non hanno incluso il riutilizzo di defibrillatori. Cosa direbbe a questo punto la moglie del Sig. Perego (noto personaggio di Antonio Albanese) a suo marito? Forse "Come sei reale!!"

 

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA