CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Il tempo è muscolo!

Fonte: JAMA 2010; 303 (21):2148-2155  June 2, 2010

Un nuovo studio pubblicato su JAMA conferma l'importanza della tempestività del trattamento di riperfusione nello STEMI, sia nel caso della fibrinolisi che dell'angioplastica primaria. In questo studio sono stati valutati i casi di STEMI trattati nel corso di 6 mesi, tra il 2006 e 2007, in 80 ospedali della provincia del Quebec in Canada. Dei 1.832 pazienti trattati con riperfusione, 392 (21.4%) hanno ricevuto la fibrinolisi e 1.440 (78.6%) sono stati sottoposti a PCI primaria. La fibrinolisi è stata eseguita oltre i tempi raccomandati dalle linee guida (30 min) nel 54% dei casi, mentre la PCI primaria è stata eseguita oltre i 90 min raccomandati nel 68% dei casi. L'end point primario (morte o reinfarto a 1 anno) si è verificato nel 13.5% e 13.6% dei pazienti trattati con fibrinolisi e PCI, rispettivamente. E' stata fatta un'analisi in cui i due trattamenti sono stati accorpati ed i pazienti sono stati suddivisi in 2 gruppi in base al tempo di trattamento. Nel gruppo di pazienti in cui la riperfusione è stata eseguita oltre i tempi raccomandati dalle linee guida (30' per la fibrinolisi e 90' per la PCI) la mortalità è risultata significativamente maggiore a 30 giorni (6.6% vs 3.3%; OR: 2.14; 95% IC, 1.21-3.93) , con un trend di incremento della mortalità ad 1 anno (9.3% vs 5.2%; OR, 1.61; 95% CI, 1.00-2.66) rispetto al gruppo di pazienti trattati entro i tempi raccomandati. Anche l'end point combinato di morte, reinfarto o insufficienza cardiaca ad 1 anno è risultato significativamente più elevato (15.0% vs 9.2%; OR, 1.57; 95% CI, 1.08-2.30).

Scarica l'allegato in PPT - Download

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA