CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Dall'educazione del paziente diabetico alla "concordance"...il modello CONVERSATION MAP

Fonte: Congresso SID 2010

L'educazione del paziente diabetico si sta profondamente trasformando e oggi ha uno strumento in più per essere effettuata con successo. Al Congresso SID 2010, durante i lavori del simposio "Il percorso del paziente diabetico di tipo 2: dall'educazione terapeutica alle opzioni farmacologiche" si è parlato del Diabetes Conversation Map, un innovativo strumento di comunicazione capace di unire medici, pazienti e infermieri in un percorso di coinvolgimento e di apprendimento interattivo in grado di educare il paziente diabetico a vivere la propria vita senza subire la propria condizione patologica. Questo nuovo strumento ha l'ambizione di aiutare medici ed infermieri a passare da un approccio "to cure" al più efficace "to care" istaurando con il paziente un rapporto più aperto, paritetico e orientato alla discussione e all'outing. In pensione, quindi, il colloquio medico-paziente di tipo "paternalistico" e via al modello collaborativo dove il paziente trova spazio di parlare della sua condizione e condivide responsabilità ed obiettivi della terapia con gli operatori sanitari e con altri pazienti nella stessa condizione. Il Conversation Map consiste in una valigetta contenente delle mappe grafiche con scene di vita comuni, molto colorate, della dimensione di una tovaglia da tavolo, di carte tipo quelle da gioco che entrano nel detaglio dei temi più scottanti e più difficili da affrontare per il paziente ma che costituiscono le difficoltà quotidiane della convivenza con il diabete e di guide per i "facilitatori" (medici o infermieri) che vengono aiutati, in questo modo, nel comprendere e sviluppare il loro ruolo chiave in questo nuovo "gioco" di educazione del paziente diabetico. Seduti attorno al tavolo con la "tovaglia" spiegata, i pazienti si raccontano leggendo le carte e parlando del loro vissuto, interagendo tra loro, con l'aiuto dei facilitatori e con la "roadmap" della tovaglia come riferimento. AMD, SID e OSDI hanno adottato questo nuovo strumento, ideato da Healthy Interactions, in colaborazione con l'International Diabetes Federation e con il supporto incondizionato di Lilly. Ad oggi sono stati formati 16 expert trainers italiani che hanno formato quasi 1.000 facilitatori di cui 40% diabetologi e 60% infermieri. I pazienti che hanno sperimentato questo nuovo percorso formativo sono ad oggi 4.000 solo in Italia. Per maggiori info: www.diabetes.healthyi.com.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA