CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Diabete e Scompenso: beta bloccante all'attacco!

Fonte: World Congress of Cardiology 2010, Pechino.

Gli autori di questo studio, presentato al World Congresso of Cardiology 2010 a Pechino, hanno voluto analizzare l'outcome di 1.119 pazienti colpiti da scompenso cardiaco in classe funzionale II-III NYHA, con funzione contrattile 7% era associata a volumi ventricolari tele sistolici e tele diastolici più elevati (p<0.05) e una maggior compromissione della funzione contrattile (p<0.01). I MACE (Major Adverse Cardiac Events) erano maggiormente correlati con la classe funzionale, la frazione d'eiezione e l'emoglobina glicata, tutti parametri che all'analisi statistica si sono rivelati predittori indipendenti di eventi. Il trattamento aggressivo con ipoglicemizzanti orali e l'uso precoce dei beta bloccanti ha significativamente migliorato l'outcome di questi pazienti, migliorando i volumi ventricolari e la frazione d'eiezione. Gli Autori hanno concluso che in pazienti colpiti da diabete mellito e concomitante scompenso cardiaco la terapia debba essere consistente e mirata ad uno stretto controllo glicemico ed a una più stretta titolazione del beta bloccante fino alla massima dose tollerata. 

Titolo originale: Prevalence, clinical characteristics, and outcome in patients with chronic heart failure and diabetes

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA