CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Scompenso cardiaco e ferro

Fonte: European Heart Journal online june 21 2010.

In questo studio è stato indagato il ruolo prognostico della carenza di ferro (definita con ferritinemia <100 µg/L, o 100-300 µg/L con saturazione di transferrina <20%) in 546 pazienti con scompenso cardiaco cronico stabile (FE media: 26 7%). La prevalenza della carenza di ferro era del 37±4% (32±4% contro 57±10% nei pazienti senza e con anemia rispettivamente). La carenza di ferro era più frequente nei pazienti con classe NYHA avanzatan elle donne, nei pazienti con elevati livelli di BNP e hsPCR. All'analisi multivariata la carenza di ferro (ma non l'anemia) è risultata fattore predittivo indipendente di mortalità (HR 1.58, 95% CI 1.14-2.17, P < 0.01). La carenza di ferro è quindi un riscontro comune in questi pazienti, non sempre correlata alla presenza di anemia e può rappresentare un importante fattore prognostico.

Scaria l'allegato in PPT - Download

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA