CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Prevenire la microalbuminuria un bene o un male? I risultati dello studio ROADMAP.

Fonte: Congresso ESH 2010.

Il trattamento precoce con il bloccante del recettore AT1 per l'angiotensina II (ARB) olmesartan riduce significativamente il rischio di sviluppare microalbuminuria in pazienti con diabete di tipo 2 [i partecipanti erano randomizati all'assunzione di olmesartan 40 mg/die (n=2.232) o placebo (n=2.215)]. In accordo con ciò, i dati dei risultati ad interim dello studio ROADMAP (Randomized Olmesartan and Diabetes Microalbuminuria Prevention) presentati al congresso dell'ESH 2010 svoltosi ad Oslo hanno indicato che il trattamento con olmesartan era associato ad un efficace controllo pressorio. Nello specifico, dopo 48 mesi di trattamento, 78.2% pazienti nel gruppo olmesartan vs 71.3% nel gruppo placebo raggiungevano il target pressorio <130/80mmHg. In aggiunta, i pazienti trattati con olmesartan presentavano una riduzione del 23% nell'espressione di microalbuminuria (HR, 0.770; p=0.0104). L'effetto nefroprotettivo, inoltre, risultava essere pressione-indipendente. Tuttavia, la valutazione del rischio composito di morbilità e mortalità cardiovascolari era del 4.3% nel gruppo olmesartan rispetto al 4,2% del gruppo placebo (HR, 1.00; p=0.99). Gli eventi cardiovascolari fatali erano rari, ma occorrevano più frequentemente nel gruppo olmesartan (n=15) rispetto al gruppo placebo (n=3; HR, 4.94; p=0.01). L'aumentata quota di mortalità nel gruppo olmesartan era anche associata ad una maggiore espressione di ipotensione. Ulteriori studi dovranno chiarire tali evidenze. Nel frattempo, gli autori indicano che un follow-up osservazionale dello studio ROADMAP possa ulteriormente favorire la comprensione dei benefici a lungo termine della prevenzione della microalbuminuria in pazienti con diabete di tipo 2. 

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA