CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Anche l’agopuntura per migliorare le capacità funzionali dei pazienti scompensati

Fonte: Heart hrt.2009.187930.

Queste sono le conclusioni a cui sono giunti Arnt Kristen della University of Heidelberg (Germania) ed i suoi colleghi. Essendo l'insufficienza cardiaca congestizia una complessa sindrome clinica in cui vi è un'alterazione del sistema simpatico autonomo, i ricercatori hanno valutato se la stimolazione di alcuni punti terapeutici potesse diminuire tale alterazione. Per verificare il potenziale effetto terapeutico dell'agopuntura sono stati arruolati 17 pazienti con insufficienza cardiaca stabile (classe NYHA II-III) trattati con terapia medica ottimizzata e randomizzati a ricevere un trattamento con agopuntura verum (VA) o agopuntura placebo (PA). I ricercatori non hanno notato dopo un ciclo di agopuntura variazioni significative tra i 2 gruppi della frazione di eiezione o del picco di VO2, ma hanno rilevato un significativo incremento della distanza percorsa al test dei 6 minuti nel gruppo VA (32 ± 7 m), ma non nel gruppo PA (-1 ± 11 m; p< 0,01). Anche il recupero post-esercizio dopo esercizio massimale e la pendenza VE/VCO2, un marker di efficienza ventilatoria, sono migliorate dopo VA ma non dopo PA. Inoltre, la variabilità della frequenza cardiaca aumentata dopo VA, mentre è diminuita dopo la PA. Il punteggio del questionario SF-36 sulla qualità della vita tendeva ad essere migliore dopo VA.

Scarica l'allegato in GIF - Download

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA