CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

L’ipertensione si cura anche dal dentista

Fonte: J Hypertens 2010;28:1413-1421.

Per lunghi decenni carie e gengiviti sono stati visti come fastidiosi problemi del cavo orale e come tali relegati al ruolo di problematiche di interesse odontoiatrico. Nel corso degli ultimi anni alcune interessanti evidenze scientifiche hanno dimostrato come le infezione croniche del cavo orale espongano il paziente ad un aumentato rischio di eventi cardiovascolari. Dal punto di vista fisiopatologico ciò è stato soprattutto attribuito allo sviluppo di una flogosi sistemica persistente tale da indurre l'attivazione dei meccanismi vascolari sottesi alla formazione e alla progressione della placca aterosclerotica. L'Oral Infections and Vascular Disease Epidemiology Study (INVEST) ha fornito nuove evidenze su questa interessante tematica dimostrando l'esistenza di una stretta relazione tra livelli di colonizzazione batterica sottogengivale ed ipertensione arteriosa. In particolare, lo studio ha evidenziato valori di pressione sistolica e diastolica rispettivamente di 9 mmHg e 5 mmHg più elevati ed un maggior rischio di presentare ipertensione (RR 3.05, intervallo di confidenza al 95% 1.60-5.82). in quei pazienti che presentavano una maggiore colonizzazione microbica rispetto a quelli con minor grado di colonizzazione. L'importanza di avere una bocca sana...

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA