CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Prolattina: un nuovo fattore di rischio per l'ipertensione?

Fonte: Journal of Hypertension 2010, 28:1400-1405.

Vari studi hanno mostrato come la prolattina non sia un ormone associato unicamente all'allattamento e alla produzione, ma abbia numerosi effetti fisio(pato)logici come l'induzione di vasocostrizione, la riduzione della produzione di ossido nitrico, la stimolazione dell'adesione leucocitaria, un aumento della risposta pressoria all'angiotensina II e la proliferazione delle cellule muscolari lisce dei vasi. Effetti, questi, che sono tutti potenzialmente correlati alla patogenesi dell'ipertensione arteriosa. Utilizzando la coorte del Nurses Health Study, alcuni ricercatori hanno valutato prospetticamente l'associazione tra i livelli plasmatici diurni di prolattina e l'incidenza di ipertensione in 874 donne in postmenopausa. Sono stati identificati 183 casi di ipertensione durante 8 anni di follow-up. Dopo la correzione degli eventuali fattori confondenti, il rischio relativo di ipertensione per livelli di prolattina plasmatici più elevati di una deviazione standard rispetto alla media era di 1.31. Rispetto alle donne con livelli plasmatici di prolattina di 8,0 ng/ml o inferiori, il rischio relativo d'incidenza di ipertensione per quelle con livelli di prolattina superiori a 8,0 ng / ml era di 1,34. In conclusione, un più elevato livello di prolattina plasmatica diurna è indipendentemente associata ad un aumentato rischio di incidente ipertensione tra le donne in postmenopausa, nonostante servano ulteriori studi per valutare se 8,0 ng/ml sia il cut-off adeguato.

Scarica la Tabella in JPG - Download

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA