CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Dronedarone e scompenso cardiaco

Fonte: European Heart Journal 2010; 31(14): 1717-1721.

Lo studio ATHENA (Effect Of Dronedarone On Cardiovascular Outcomes In High-Risk Patients With Atrial Fibrillation Or Atrial Flutter), ha seguito 4.628 pazienti con fibrillazione atriale parossistica o permanente, per valutare il numero di ricoveri o decessi per cause cardiovascolari dopo assunzione di dronedarone. Al basale c'erano 209 pazienti con scompenso in classe NYHA II/III e una frazione di eiezione ventricolare sinistra inferiore a 0.40. Un evento cardiovascolare si è verificato in 59/114 pazienti nel gruppo placebo e in 42/95 pazienti nel gruppo dronedarone. 20/114 pazienti che assumevano placebo e 12/95 pazienti che assumevano dronedarone sono morti durante lo studio. 54 pazienti nel gruppo placebo e 42 nel gruppo dronedarone sono stati ospedalizzati per un transitorio episodio di scompenso in classe NYHA IV. In questa analisi dronedarone non ha aumentato la mortalità e ha mostrato una frequenza dei casi di ospedalizzazione per cause cardiovascolari o di morte simile a placebo. Comunque alla luce dello studio ANDROMEDA (ANtiarrhythmic trial with DROnedarone in Moderate to severe CHF Evaluating morbidity DecreAse), dronedarone dovrebbe essere controindicato in pazienti con classe NYHA IV o con classe NYHA II e III instabile.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA