CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

L'obesità...un pò troppo simpatica!

Fonte: Hypertension. 2010 Jul 12. [Epub ahead of print] doi: 10.1161/HYPERTENSIONAHA.110.155663.

È noto da tempo come l'obesità e l'eccesso di peso siano da considerarsi importanti fattori di rischio per malattie cardiovascolari, soprattutto nei giovani. Allo scopo di comprendere i meccanismi fisiopatologici che sottendono questo aumentato rischio di malattia cardiovascolare, uno studio australiano ha valutato la possibile relazione tra il danno d'organo precoce e l'attivita del sistema nervoso simpatico. A tale scopo sono stati studiati 18 studenti sani magri (indice di massa corporea < 25 kg/m2) e 25 in sovrappeso od obesi (indice di massa corporea e 25 kg/m2). A fine studio rispetto ai soggetti magri, i partecipanti con eccesso ponderale presentavano una ridotta funzione endoteliale (p < 0,01), elevata clearance della creatinina (P < 0,05), aumento dell'indice di massa ventricolare sinistra (P < 0,05), aumento dello spessore di parete del ventricolo sinistro (P < 0,01), una inferiore funzione sistolica e diastolica (P < 0,01) ed una aumentata attività nervosa simpatica muscolare (P<0,001) rispetto ai soggetti magri. Nell'analisi multipla di regressione la funzione endoteliale risultava inversamente proporzionale all'attività simpatica muscolare (R2 = 0,244; P < 0,05), mentre la clearance della creatinina e l'indice di massa ventricolare sinistra risultavano positivamente correlati all'attività simpatica muscolare anche dopo aggiustamento per l'indice di massa corporea, il sesso e la pressione arteriosa (R2 = 0,318, P < 0,01 e R2 = 0,312, P<0,05, rispettivamente). L'eccesso di peso nei soggetti giovani è associato ad alterazioni subcliniche della funzionalità endoteliale, renale e cardiaca, anche in assenza di ipertensione arteriosa. Tra i diversi meccanismi fisiopatologici responsabili, l'iperattivazione simpatica descritta nei soggetti obesi può giocare un ruolo di primaria importanza nel favorire il danno cardiovascolare e renale.

Scarica l'allelgato in PPT - Download

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA