CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Stiffness arteriosa: fa male anche alle capacità cognitive

Fonte: Journal of Hypertension 2010, 28:1724-1729.

Benché la pulse wave velocità (PWV) e la pressione pulsatoria (PP) abbiano dimostrato di predire le performance cognitive, il rapporto tra rigidità arteriosa e capacità cognitive non è stato ancora valutato in una popolazione totalmente sana. In un campione di 92 soggetti sani, di età compresa tra i 40 ei 65 anni, senza storia di malattie cardiovascolari, diabete, ictus, ipertensione, fumo e senza terapie farmacologiche in corso. La performance cognitiva è stata valutata tramite un sistema computerizzato mentre la PWV, l'Augmentation Index (AIx) e la PP sono stata determinata tramite SphygmoCor. La PP è risultata un predittore indipendente sia della memoria episodica secondaria che della velocità del recupero della memoria. L'AIx è risultato invece un predittore indipendente della velocità della memoria. Nessuno dei due indici misurati ha mostrato valori predittivi riguardo la memoria di lavoro, il potere di attenzione e la continuità dell'attenzione. In conclusione, gli adulti sani di mezza età sono vulnerabili ai deficit di memoria causati dal normale aumento della pressione pulsatoria associato con l'invecchiamento.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA