CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

BNP e CA125 per lo scompenso cardiaco acuto

Fonte: European Heart Journal (2010) 31, 1752-1763.

Elevati livelli del peptide natriuretico cerebrale (BNP) e del marker tumorale CA125 hanno dimostrato di essere associati ad un rischio più elevato di esiti avversi nei pazienti con insufficienza cardiaca acuta (AHF). Questo studio ha valutato se il dosaggio del CA125 aggiunge valore prognostico al BNP nel predire la mortalità a 6 mesi per tutte le cause nei pazienti con AHF. Sono stati analizzati 1.111 pazienti consecutivi ricoverati per AHF. Il CA 125 e il BNP sono stati misurati a circa 72 ± 12 ore dopo l'inizio del trattamento. In base ai valori di CA 125 e di BNP, i pazienti sono stati divisi in quattro categorie (C1-4): C1 = BNP < 350 CA125 e < 60 (n = 394); C2 = BNP e 350 e CA125 < 60 (n = 165); C3 = BNP < 350 CA125 e e 60 (n = 331); e C4 = BNP e 350 e CA125 e 60 (n = 221). A 6 mesi si sono verificati 181 decessi (16,3%). Il tasso cumulativo di mortalità è stato inferiore nei pazienti in C1 (7,8%), intermedio per C2 e C3 (17,8% e 16,9% rispettivamente) e maggiore per C4 (37,2%). Dopo correzione per i fattori di rischio accertato, il rischio più elevato è stato osservato quando entrambi i biomarcatori erano elevati mentre, quando solo uno dei due era elevato, il rischio era intermedio. In conclusione, in pazienti ricoverati per AHF il CA125 aggiunge un valore prognostico di là delle informazioni fornite dalla BNP e, quindi, la loro combinazione permette una migliore stratificazione del rischio a 6 mesi.

Scarica l'allegato in JPG - Download

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA