CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Terapia ipolipemizzante: quale combinazione per il diabetico tipo 2?

Fonte: N Engl J Med 2010. Vol. 363: 692-695.

Nel trial ACCORD (Action to Control Cardiovascular Risk in Diabetes) l'utilizzo di fenofibrato in pazienti con diabete mellito tipo 2, trattati con simvastatina ed ad alto rischio di malattia cardiovascolare, riduce notevolmente i livelli di trigliceridi, ma difficilmente incrementa i valori di HDL e di fatto non riduce il rischio cardiovascolare. 491 pazienti in trattamento con statine sono stati esaminati angiograficamente ed è stata dimostrata la malattia coronarica. Il tasso di eventi è stato del 40,5% in più in 7,2 anni. Il modello di regressione di Cox comprendeva, oltre alle variabili di profilo lipidido, età, sesso, indice di massa corporea, abitudine al fumo, ipertensione e diabete di tipo 2, il livello di colesterolo HDL, che è predittivo in modo significativo di rischio vascolare (hazard ratio, 0.82; 95% intervallo di confidenza [IC], 0,68-0,99, p = 0,04), mentre ciò non si desumeva dal livello dei trigliceridi (hazard ratio, 1.12; 95% CI, 0,97-1,30, p = 0.11). Questa affermazione era valida in particolare per i pazienti con diabete di tipo 2: il livello di colesterolo HDL era predittivo del rischio (hazard ratio, 0.70; 95% CI, 0,50-0,99, p = 0,04), mentre ciò non si evince dal livello dei trigliceridi (hazard ratio , 1.16, 95% CI, 0,97-1,38, p = 0,10). Alla luce di questi dati l’utilizzo in terapia della niacina, che incrementa il livello di colesterolo HDL, sembra ormai una prospettiva non rinunciabile nell’intento di ridurre il rischio cardio vascolare.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA