CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

L’ultima sfida del XXI secolo: la sopravvivenza!!

Fonte: Ann Intern Med 2010. Vol. 153 (3): 204-205.

Distratti dal tasso di mortalità elevato di malattie critiche, si tende a trascurare il fatto essenziale che la maggior parte dei pazienti sopravvive alle cure intensive (ICU). Ogni anno, milioni di pazienti vengono dimessi dalla terapia intensiva per affrontare le sfide e la criticità della malattia. Sopravvivere ad eventi potenzialmente fatali determina oneri complessi e quadri complessi, spesso dopo un trattamento intenso e doloroso. Il quadro che emerge a riguardo della sopravvivenza dopo una malattia critica è profondamente inquietante. Le conseguenze si osservano dopo uno o due anni dalla dimissione. Deambulazione, eloquio, ideazione spesso sono compromessi; inoltre, si presentano quadri psichiatrici post-traumatici. Sfigurati nel corpo e nell’animo si rifiutano di recuperare la vita precedente o non lo possono fare. Molti rianimatori hanno innumerevoli strazianti lettere di ex pazienti, grati di essere vivi, ma alla disperata ricerca di aiuto per riottenere la loro vita. Sono in corso ricerche di alta qualità che indichino le conseguenze a medio-termine, nei primi dodici mesi dopo la dimissione. Unroe e colleghi hanno dato un valido contributo descrivendo le difficoltà incontrate da pazienti dimessi dalla terapia intensiva dopo una prolungata ventilazione meccanica. Gli autori hanno seguito 126 pazienti arruolati consecutivamente da una unità di terapia intensiva presso la Duke University, ottenendo un follow-up ad 1 anno del 100%. Trascorso l’anno, il 56% dei pazienti era ancora vivo, ma l'84% non era funzionalmente indipendente e il 44% presentava un marcato deterioramento cognitivo. La qualità di vita era inferiore all’atteso, nonostante gli impegni ed il costo delle cure di assistenza sanitaria...

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA