CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Quando l'infermiere vigila...il rischio si riduce!

Fonte: ESC Congress 2010, Stoccolma.

Presentati a Stoccolma i risultati del trial RESPONSE, uno studio effettuato per verificare l'efficacia di un programma di assistenza infermieristica ai pazienti colpiti da sindrome coronarica acuta (ACS) post dimissione. Sono stati arrulati nello studio 754 soggetti con ACS divisi in due gruppi: uno a follow-up tradizionale ed uno con assistenza infermieristica coordinata, consistente in 4 controlli da effettuare nei primi 6 mesi dalla dimissione. Ogni vista della durata di 30 minuti aveva l'obiettivo di verificare le condizioni cliniche del paziente attraverso un monitoraggio della aderenza alle terapie, valutazione dei parametri biologici principali (BMI, Circonferenza vita, pressione arteriosa, colesterolemia) e delle disposizioni sullo stile di vita (fumo, consumo di alcool, dieta). L'aderenza al programma assistito da parte dei pazienti è stata del 93% e si è mantenuta nel corso del programma fino al follow-up ad 1 anno. I risultati al termine del periodo di osservazione di 1 anno mostrano una riduzione del rischio CV calcolato con lo SCORE (4,5% per gruppo assistito vs 5,4% gruppo tradizionale) e con il Framingham score (7,05 per gruppo assistito vs 8,00 per gruppo tradizionale) con una riduzione del rischio CV rispettivamente del 16,9% e del 12%. Le principali differenze tra i due gruppi si sono registrate sul BMI, sulla pressione arteriosa e sul colesterolo LDL . Benefici evidenti si sono ottenuti anche su dieta ed esercizio fisico (anche se la rilevazione in questo caso era "self-reported" dal paziente e quindi non suscettibile di controllo accurato). Non si sono avuti vantaggi su fumo e sulla circonferenza vita. La Dottoressa Deaton, di Manchester in UK, discussant del relatore dello studio RESPONSE, ha ribadito che non ci sono dubbi sull'utilità dell'assistenza infermieristica e sulla necessità di migliorare il follow-up dei pazienti con ACS post dimissione ma ha anche sottolineato che sono necessari protocolli più efficaci (mezz'ora per visita lascia un po' di dubbi!) per raggiungere gli obiettivi terapeutici e molto lavoro di team nelle strutture sia ospedaliere che di territorio.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA