CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

AVERROES trial: apixaban superiore ad ASA nella prevenzione dello stroke in pazienti con FA

Fonte: ESC Congress 2010, Stoccolma.

Apixaban è un nuovo inibitore selettivo del fattore Xa della coagulazione. Si soministra per bocca, ha una emivita di 12 ore con escrezione multipla (25% renale) che non necessita di monitoraggio INR e ha già dimostrato di essere efficace nella prevenzione della trombosi venosa profona dopo chiururgiua ortopedica (studi ADVANCE 1, 2 e 3). Durante la Hot session III dell'ESC 2010 sono stati presentati i dati dello studio AVERROES che ha arruolato 5.500 pazienti affetti da fibrillazione atriale (FA) non in grado di seguire la terapia con warfarin (il 40% lo aveva iniziato ma poi sospeso ed il 60% era controindicato) divisi in due gruppi di trattamento: apixaban 5 mg bid (in pochi casi 2,5mg bid) e ASA 81-324 mg/die. Obiettivo principale dello studio era misurare l'incidenza di Stroke e eventi embolici sistemici in un follow-up di 3 anni. Lo studio è stato interrotto precocemente dopo 1 anno per eccesso di beneficio nel braccio apixaban. I pazienti nel gruppo epixaban erano praticamente tutti in terapia con 5 mg (94%) mentre il 91% dei pazienti in ASA assumeva <162 mg/die. Epixaban ha ridotto il rischio di stroke o di eventi embolici sistemici del 54% vs ASA senza aumentare il rischio di emorragie e senza alterare i parametri di funzionalità epatica.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA