CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Contro il contropulsatore?

Fonte: JAMA. 2010 Aug 25;304(8):867-74.

Il primo trial randomizzato relativo all'utilizzo del contropulsatore nei pazienti sottoposti a procedure elettive di angioplastica coronarica ad alto rischio, segna un punto a sfavore dell'utilizzo del device. Lo studio, prospettico e multicentrico, ha visto l'arruolamento di 301 pazienti, con severa disfunzione ventricolare sinistra (frazione d'eiezione minore o uguale al 30%) ed estesa coronaropatia (Jeopardy Score maggiore o uguale a 8/12). L'end point primario ha preso in considerazione gli eventi cardiovascolari e cerebrovascolari maggiori (MACCE), quali morte, infarto miocardico acuto, eventi cerebrovascolari o ulteriori rivascolarizzazioni alla dimissione. End points secondari sono stati la mortalità a 6 mesi, complicanze procedurali maggiori, emorragie e complicazioni correlate al sito di accesso. Confrontando i risultati tra i soggetti trattati con contropulsatore e i soggetti trattati senza device, non sono state evidenziate differenze statisticamente significative per tutti gli end points, ad eccezione di una quota superiore di complicanze procedurali nei soggetti non trattati  (1.3% vs 10.7%, P<0.001). Tali dati non supportano l'utilizzo di routine del contropulsatore nelle angioplastiche coronariche ad alto rischio.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA