CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Puntare ad un colesterolo molto basso è un bene o un male?

Fonte: Curr Opin Cardiol 2010; 25 (4): 406-410.

Questo lavoro ha voluto valutare l’associazione tra ictus emorragico e il tentativo di raggiungere un livello di colesterolo sierico molto basso con un trattamento aggressivo con statine. Lo studio SPARCL (Stroke Prevention by Aggressive Reduction in Cholesterol Levels) ha mostrato una riduzione di ictus fatale e non fatale ma ha evidenziato un aumento del rischio emorragico durante un trattamento con alte dosi di atorvastatina. Comunque, analisi post-hoc di questo studio hanno evidenziato che l’aumentato rischio è primariamente osservato in uomini anziani con una storia di ictus emorragico. In più non c’è correlazione tra colesterolo-LDL al basale o dopo trattamento e ictus emorragico. I dati esistenti suggeriscono che i livelli di colesterolo-LDL durante la terapia con statine non sono associati con un aumentato rischio di ictus emorragico, eccetto che nei pazienti con una storia di emorragia intracerebrale. Nei pazienti con una storia di ictus ischemico, invece, un trattamento intensivo con statine riduce il rischio sia di ictus ischemici ricorrenti che di patologie coronariche. Ogni possibile piccolo aumento del rischio emorragico è largamente compensato dall’effetto protettivo verso ictus ed eventi cardiovascolari.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA