CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Smettere di fumare migliora gli indici infiammatori?

Fonte: Am Heart J 2010; 160(3): 458-463.

Il fumo di sigaretta è stato associato ad un aumento del livello di proteina C reattiva (CRP) e al numero di globuli bianchi (WBC); comunque gli effetti dell’intensità con cui un soggetto fuma e gli effetti della cessazione del fumo sui marcatori infiammatori non sono mai stati ben valutati. Questo studio randomizzato e prospettico ha arruolato 1.504 soggetti fumatori e li ha sottoposti a 5 diverse farmacoterapie mirate alla cessazione del fumo. Sono stati misurati il numero di WBC e i livelli di CRP ad alta sensibilità. I parametri per stabilire l’intensità dell’abitudine al fumo comprendevano il numero di sigarette fumate al giorno, i pacchetti annui, il punteggio Fagerström per valutare la dipendenza dalla nicotina e i livelli di monossido di carbonio. I livelli di CRP sono stati misurati dopo un anno di astinenza dal fumo. I livelli di CRP non sono risultati essere associati con nessuno dei marcatori per valutare l’intensità dell’abitudine al fumo; è risultata solo una lieve correlazione con i pacchetti annui. Al contrario, una correlazione significativa è stata osservata tra i 4 marcatori di intensità dell’abitudine al fumo e il numero di WBC. Da questo studio, quindi, emerge che l’intensità con cui un soggetto fuma è associata con un aumentato numero di WBC ma non con i livelli di CRP. In altre parole la cessazione del fumo non riduce la CRP; probabilmente la relazione tra CRP e intensità con cui un soggetto fuma potrebbe essere mascherata dalla più forte associazione tra CRP e obesità.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA