CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Fare yoga fa bene al paziente con insufficienza cardiaca

Fonte: J Card Fail. 2010 Sep;16(9):742-9. Epub 2010 Jun 8.

Questa è la considerazione a cui è giunto il dott. J.Howie Esquivel dell’Università della California, San Francisco e i suoi collaboratori svolgendo uno studio pilota su 15 pazienti affetti da scompenso cardiaco. Partendo dalla considerazione che le terapie complementari quali lo yoga sono oggi pratica comune, sulla sicurezza, sugli effetti psico-fisici indotti dallo yoga su pazienti con scompenso cardiaco non se ne sa molto. I ricercatori, pertanto, hanno arruolato 15 pazienti stabili affetti da scompenso cardiaco di età media di 52,4 +/- 11,6 anni e per 8 settimane li hanno sottoposti a lezioni di yoga. I dati raccolti sono stati sulla sicurezza (eventi avversi cardiaci), sulla funzione fisica (forza, equilibrio, resistenza, flessibilità), e sulla funzione psicologica (qualità della vita [QOL], depressione, consapevolezza) valutando i pazienti prima e dopo 8 settimane di lezioni di yoga. Al termine dello studio nessun paziente ha presentato eventi avversi. L’endurance e la forza sono migliorate significativamente. Il senso di stabilità, valutata mediante una sottoscala del QOL, è migliorata significativamente. Anche se nessun soggetto è risultato depresso, l'umore generale è migliorato. Tutti i pazienti hanno nel complesso riportato miglioramenti dello stato di benessere. È importante ora rivalutare la pratica dello yoga nei pazienti con HF con trial più ampi in modo da confermare i risultati di questo studio pilota.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA