CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Il test dei 6 minuti predittore di riospedalizzazione precoce nei pazienti con insufficienza cardiaca ospedalizzati

Fonte: Archives of Medical Research, 41, 5, 363-368.

Questa è la conclusione dello studio svolto da Naga V.A. Kommuria e i suoi colleghi della Michigan University di Detroit. In considerazione dell’alto numero di riospedalizzazioni precoci è necessario identificare quali dei pazienti con insufficienza cardiaca (HF) siano ad alto rischio di riammissione ospedaliera. I ricercatori hanno ipotizzato che i pazienti con più alta distanza percorsa al test del cammino dei 6 minuti (6MWT) al momento della dimissione dall’ospedale siano a basso rischio di riammissione precoce. Sono stati arruolati 265 pazienti ammessi in ospedale per HF e disfunzione sistolica ventricolare sinistra. Il 6MWT è stato fatto prima della dimissione: l’analisi di regressione multivariata è stata eseguita per determinare il rapporto tra la distanza percorsa al 6MWT e la riammissione in ospedale entro 30 giorni. I pazienti sono stati stratificati in base alla distanza percorsa: un gruppo con distanza percorsa pari o inferiore a 400 m e un gruppo con distanza percorsa superiore a 400 m. I pazienti con 6MWT >  400 m avevano un tasso di riammissione entro 30 giorni del 15,9%, mentre i pazienti con 6MWT ≤ 400 m avevano un tasso di riammissione entro 30 giorni del 30,3% (p = 0.016). Altri predittori indipendenti di riammissione in ospedale entro 30 giorni sono la presenza di anamnesi positiva di gotta (0,117, 0,021-0,637, p = 0,013) e il riscontro di una azotemia alterata (1,019, 1,003-1,035, p = 0,020).

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA