CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Cilostazolo non è inferiore all’aspirina nella prevenzione dell’ictus

Fonte: Lancet Neurol. 2010 Sep 10. [Epub ahead of print].

Queste sono le conclusioni del secondo Stroke Prevention Study coordinato dal prof. Yukito Shinohara del Tachikawa Hospital di Tokyo. Lo scopo dello studio era la valutazione della non inferiorità del cilostazolo (antiaggregante piastrinico) versus l’aspirina nella prevenzione dell’ictus, nonchè l'efficacia e la sicurezza del cilostazolo rispetto all’aspirina in pazienti con stroke cardioembolico non-ischemico. Nello studio sono stati arruolati 2.757 pazienti di età tra i 20 e i 79 anni che aveva avuto un infarto cerebrale nelle precedenti 26 settimane e sono stati suddivisi a ricevere 100 mg di cilostazolo bid o 81 mg di aspirina per 1 - 5 anni. Nel periodo di follow up, eventi quali l’ictus cerebri si sono verificati annualmente nel 2,76% (n = 82) dei pazienti nel gruppo cilostazolo e nel 3,71% (n = 119) dei pazienti nel gruppo aspirina. Eventi emorragici cerebrali sono stati rilevati in un numero inferiore di pazienti del gruppo cilostazolo (0,77%, n = 23) rispetto a quelli trattati con aspirina (1,78%, n = 57; p = 0,0004), ma mal di testa, diarrea, palpitazioni, vertigini e tachicardia sono stati più frequenti nel gruppo cilostazolo che nel gruppo aspirina.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA