CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Ritirato dal commercio rosiglitazone: i rischi non valgono i benefici...

Fonte: EASD di Stoccolma.

Dall’EASD di Stoccolma è rimbalzata la notizia della sospensione della vendita di rosiglitazone in Europa. Giovedì 23 settembre l'Ema e l'Aifa hanno deciso di ritirare dal mercato tutti i prodotti contenenti rosiglitazone in quanto comporterebbero un aumentato rischio di eventi cardiovascolari. Da tempo c’erano preoccupazioni sulla sicurezza di rosiglitazone; queste preoccupazioni sono iniziate nel 2007, dopo che una metanalisi condotta da Nissen aveva evidenziato un maggiore rischio di infarto miocardico e rischio per morte cardivascolare con rosiglitazone paragonato a placebo o ad altri ipoglicemizzanti orali. Sulla base di tale metanalisi nel luglio 2007, la U.S. Food and Drug Administration (FDA) aveva aggiunto sul foglietto illustrativo l’informazione di un possibile aumentato rischio cardiovascolare. L'Agenzia Europea del farmaco, in seguito a una revisione, ha concluso che al momento i benefici di rosiglitazone non superano i rischi, e che un'eventuale ripresa delle vendite sarà possibile solo quando l'azienda produttrice sarà in grado di dimostrare il contrario. Per i pazienti diabetici con un diabete di tipo 2 caratterizzato da un’elevata insulino-resistenza, che potrebbero non riuscire a controllare i livelli di glucosio attraverso altri farmaci, l’indicazione è di sostituire rosiglitazone con pioglitazone che, pur appartenendo alla stessa classe farmacologica, ha dimostrato di essere sicuro dal punto di vista cardiovascolare.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA