CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Ipoglicemia: causa di eventi avversi?

Fonte: N Engl J Med 2010;363:1410-8.

Nei pazienti affetti da diabete trattati con insulina o secretagoghi dell'insulina, l'ipoglicemia grave
è più comune quando più è intenso il controllo della glicemia. I recenti trial che investigavano gli outcome macrovascolari nei pazienti con diabete di tipo 2, sottoposti a controllo intensivo della glicemia, non hanno dimostrato una chiara riduzione degli eventi cardiovascolari o della mortalità. Una meta-analisi ha mostrato che il controllo intensivo della glicemia riduce il rischio di infarto miocardico del 15%, senza alcun effetto negativo sul rischio di morte, ma che allo stesso tempo ha aumentato il rischio di gravi episodi di ipoglicemia. Inoltre, l'eccesso di mortalità osservato con il controllo intensivo della glicemia nello studio ACCORD ha alimentato speculazione sugli effetti negativi di tali regimi in pazienti con diabete di tipo 2. In questo studio, sono state esaminate le associazioni tra ipoglicemia grave e il rischio di eventi macro e microvascolari e morte in 11.140 pazienti affetti da diabete di tipo 2 arruolati nello studio ADVANCE. Durante un periodo medio di follow-up di 5 anni, 231 pazienti (2,1%) hanno avuto almeno un episodio di ipoglicemia grave; di questi 150 erano stati assegnati a un gruppo con controllo intensivo della glicemia (2,7% dei 5.571 pazienti in quel gruppo) e 81 erano stati assegnati a un gruppo con controllo standard della glicemia (1,5% dei 5.569 pazienti in quel gruppo). I tempi medi dal momento della comparsa di ipoglicemia grave al primo evento macrovascolare maggiore, al primo evento microvascolari maggiore e alla morte erano rispettivamente 1,56 anni, 0,99 anni e 1,05 anni. Durante il follow-up, l'ipoglicemia grave è stata associata ad un significativo aumento del rischio corretto di eventi macrovascolari, eventi microvascolari maggiori, morte da causa cardiovascolare e morte per qualsiasi causa (HR 2,69, 95% CI, 1,97-3,67) (p < 0.001 per tutti i confronti). Nessuna relazione è stata trovata tra i ripetuti episodi di ipoglicemia grave ed esiti vascolari o morte. In conclusione, l’ipoglicemia grave è stata fortemente associata ad un aumentato rischio di eventi clinici avversi. È possibile che l'ipoglicemia severa contribuisca a esiti avversi, ma queste analisi indicano che è altrettanto probabile che l'ipoglicemia sia un marker di vulnerabilità a eventi del genere.

Scarica allegato in JPG - Download

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA