CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Diabete ed ipertensione da soli o in associazione riducono gli indici di funzione ventricolare sinistra.

Fonte: diabres. 90 (2) 209-215.

Queste sono le conclusioni a cui sono giunti i ricercatori italiani coordinati dal dott. Balloa dell’ospedale S. Maria Annunziata di Firenze. La valutazione della componente longitudinale del ventricolo sinistro (VS) è di grande importanza clinica per la diagnosi precoce di insufficienza contrattile del VS. Lo scopo dei ricercatori è stato di confrontare l'impatto della diabete di tipo 2 isolato, dell’ipertensione arteriosa isolata e della coesistenza di entrambe sulle prestazioni sistoliche della componente longitudinale del VS. I ricercatori hanno arruolato 163 pazienti consecutivi: 84 pazienti con ipertensione, 36 con diabete, e 43 che avevano sia l'ipertensione che il diabete; sono stati arruolati anche 70 soggetti sani per controllo. In tutti i pazienti sono stati valutati la velocità sistolica dell'anulus della mitrale (Sm) mediante Tissue Doppler e lo spostamento a sinistra del piano atrioventricolare (AvPD) mediante M-mode. L’AvPD era ugualmente ridotta negli ipertesi (13,2 ± 2,2 millimetri) e nei diabetici (13,5 ± 2,3 millimetri) rispetto ai controlli (15.1 ± 2,4 millimetri), mentre è risultato ulteriormente depresso negli ipertesi diabetici (11,5 ± 3,0 mm). Risultati simili sono stati trovati per il Sm.

Scarica allegati in JPG - Download

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA