CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Quali ormoni nella prevenzione della malattia coronarica negli uomini?

Fonte: doi:10.1016/j.mehy.2010.07.053.

È stata pubblicata una interessante review del dott Changsheng Yang del Zhongshan Hospital di Shanghai e collaboratori sull’utilizzo degli ormoni sessuali nell’uomo. Gli ormoni sessuali svolgono un ruolo importante nella malattia coronarica (CAD). Sebbene entrambi gli ormoni maschili e femminili influenzino la biologia vascolare, l'uso preventivo di ormoni sessuali nella cardiopatia ischemica non è stato ben studiato. I ricercatori hanno ipotizzato che una combinazione a lungo termine di basse dosi, ma adeguate, di ormoni maschili e di ormoni femminili potrebbe essere una strategia efficace nella prevenzione per gli uomini con un alto rischio di CAD. Questa ipotesi è suffragata dal fatto che l'estrogeno ha un profilo favorevole su alcuni fattori chiave di rischio cardiovascolare, indipendentemente dal sesso. Supplementazione di testosterone è stata associata ad un ridotto rischio di CAD in particolare negli uomini. Inoltre, la controversia riguardante l'uso della terapia ormonale sostitutiva nelle donne, a sua volta, indica un potenziale effetto benefico degli ormoni sessuali negli uomini nella prevenzione della CAD a causa della differenza fondamentale tra i sessi. Pertanto, l'uso combinato di estrogeni e testosterone per CAD negli uomini merita un'indagine completa e potrebbe fornire informazioni utili per la comprensione del preventivo e / o l'applicazione terapeutica di ormoni sessuali in entrambi i sessi.

Scarica allegati in GIF - Download

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA