CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Studio HOORN: livelli di BNP elevati e peggiore funzionalità diastolica, il diabete c’entra!

Fonte: Eur J Heart Fail 2010; 12: 958-965.

Questo studio ha esplorato l’associazione tra livelli di BNP in una situazione di non scompenso con i marcatori di struttura e funzionalità del ventricolo sinistro e le possibili modificazioni per categorie di tolleranza glucidica. Una regressione lineare è stata usata per investigare l’associazione tra BNP e le misure di massa del ventricolo sinistro, la funzione ventricolare sinistra ed i marcatori di funzionalità diastolica definiti con un’ecocardiografia a due dimensioni in una popolazione di uomini e donne con un normale metabolismo glucidico (NGM, n = 197), un aumentato metabolismo glucidico (IGM, n = 128), o diabete mellito di tipo 2 (n = 204). I pazienti avevano un’età compresa tra 50 e 87 anni, avevano un BNP al di sotto di 50 pmol/L, e non avevano anomalie della cinetica ventricolare. Un BNP più alto è associato con un’aumentata massa ventricolare sinistra e una peggiore funzionalità diastolica ma non è correlato con la funzionalità sistolica; questa associazione sembra essere più forte nei soggetti diabetici. Quindi la presenza o meno di diabete dovrebbe essere presa in considerazione se i livelli di BNP sono usati per misurare il rischio di eventi cardiovascolari.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA