CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Basso testosterone legato all'aumento della mortalità negli uomini con cardiopatia ischemica

Fonte: Heart 2010;96:1821-1825.

I risultati dello studio coordinato da Kevin Channer (Hallamshire Royal Hospital, Sheffield, UK) mostrano che circa un quarto degli uomini con malattia coronarica ha un deficit di testosterone presentando un rischio più di due volte superiore ai pazienti con normale testosteronemia per tutte le cause e la mortalità vascolare. I ricercatori hanno arruolato consecutivamente 930 uomini con cardiopatia ischemica che sono stati sottoposti ad angiografia diagnostica e contemporaneamente misurato i loro livelli sierici di testosterone totale (TT) e del testosterone biodisponibile (bio-T). La prevalenza di deficit di testosterone definito da un cut off bio-T di 2,6 nmol / l è stato del 20,9%, mentre per un cut off di TT di 8,1 nmol / l è stato pari al 16,9%. Dopo un follow-up di 7 anni, 41 (21%) pazienti sono deceduti nel gruppo testosterone-carente rispetto a 88 (12%) nel gruppo normale. All'analisi multivariata è stato trovato che bassi livelli sierici di bio-T influenzano il tempo della comparsa di tutte le complicanze e di quelle cardiovascolari con un hazard ratio (HR) di 2,2 rispetto a livelli normali di bio-T. Altri fattori che hanno influenzato il tempo di comparsa delle complicanze includevano la presenza di disfunzione ventricolare sinistra (HR = 3.85), la terapia con aspirina (HR = 0,63) e la terapia con beta-bloccanti (HR = 0,45).

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA