CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Nuovo SERM riduce gli eventi coronarici nelle donne in postmenopausa

Fonte: Circulation 2010; 122: 1716-1724.

L’assunzione di lasofoxifene (nuovo modulatore selettivo del recettore dell'estrogeno (SERM)) alla dose di 0,5 mg/die riduce il rischio per le principali malattie coronariche (CHD) nelle donne in postmenopausa con osteoporosi, ma aumenta l'incidenza di eventi tromboembolici venosi (VTE). I risultati sono in netto contrasto con quelli precedentemente riportati per i SERM, come il tamoxifene e raloxifene, che sembrano non mostrare alcuna riduzione del rischio di CHD, ma piuttosto un aumento del rischio di ictus fatale e di ictus non fatale. Lo studio PERLA (Postmenopausal Evaluation and Risk Reduction With Lasofoxifene) randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo, ha valutato il trattamento con lasofoxifene alla dose di 0,5 mg /die per 5 anni su 8.556 donne di età compresa tra 59-80 anni. Rispetto al placebo, il lasofoxifene ha ridotto significativamente il rischio per CHD combinata, così come per rivascolarizzazione coronarica e ospedalizzazione per angina instabile. Viceversa, i pazienti avevano un aumentato rischio di tromboembolia venosa, rispetto al placebo.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA