CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

E' un substrato elettrofisiologico quello che induce una FA persistente nei cardiopatici

Fonte: Circulation. 2010;122:1674-1682.

Per il frequente riscontro di onde di attivazione a diffusione locale in pazienti con FA (fibrillazione atriale ) persistente, il dott. Natasja e Colleghi (Cardiovascular Research Institute di Maastricht) hanno reclutato 24 pazienti cardiopatici con fibrillazione atriale persistente, su cui  è stata effettuata la mappatura ad alta densità dell’atrio destro e sinistro durante intervento cardiochirurgico, confrontandoli con un gruppo di riferimento di 25 pazienti dove la FA veniva indotta da pacing rapido. Per l'analisi dei dati di entrambi i gruppi veniva utilizzato un algoritmo di mapping che separava le onde del processo fibrillatorio e le onde con una diffusione focale, da cui è stato evidenziato che l'incidenza di onde focali durante fibrillazione atriale persistente nell'atrio di destra era quasi quattro volte superiore a quella registrata durante la fase acuta FA (con P 3) erano riscontrabili all'esordio (in solo lo 0.8% dei casi). Questi dati, rilevati da Natasja M.S. e colleghi, rappresentano un passo in avanti a sostegno dell’ipotesi della presenza di un meccanismo ad origine epicardica alla base della FA persistente e non un meccanismo cellulare.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA