CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

STEMI oltre 80 anni: poco riperfusi!!

Fonte: Am J Cardiol 2010;106:1382-1388.

I pazienti ottuagenari con STEMI rappresentano una non trascurabile percentuale dei pazienti con STEMI, Questo studio ha valutato questo specifico gruppi di pazienti, partendo dai dati del registro ACTION-GWTG raccolti in 285 centri tra gennaio 2007 e giugno 2008. Su un totale di 30.188 pazienti con STEMI, il 79.7% aveva una età 84anni. I pazienti più anziani erano più frequentemente donne e presentavano una maggiore prevalenza di ipertensione e scompenso cardiaco. In circa il 42% dei pazienti più anziani la riperfusione ( sia farmacologica che con PCI) non era stata eseguita. Analizzando i motivi, solo il 10% dei pazienti presentava in effetti una controindicazione assoluta o relativa, mentre nella maggioranza dei pazienti la riperfusione non è stata eseguita per volontà del pazienti stesso. Sebbene nella popolazione totale, i pazienti riperfusi avevano un outcome migliore, nel gruppo dei pazienti più anziani non si è osservato un miglioramento della mortalità con la riperfusione. La mortalità intraospedaliera è stata nei tre gruppi rispettivamente pari a 4% (84) , con una incidenza significativamente maggiore nei pazienti più anziani di complicanze emorragiche, scompenso cardiaco e stroke. Non è chiaro il motivo dell’assenza di una riduzione statisticamente significativa della mortalità nel gruppo dei pazienti anziani riperfusi, e in particolare se sia legato alla presenza di comorbidità oppure sia dovuto ad una non significatività statistica per il ridotto numero di pazienti riperfusi.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA