CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Studio RAFT: successo della combinazione di ICD+CRT nello scompenso cardiaco.

Fonte: American Heart Association Congress 2010, Chicago.

Presentati al Congresso 2010 dell'American Heart Asociation i risultati dello studio RAFT (Resynchronization/defibrillation for Ambulatory heart Failure Trial) che ha voluto valutare l'efficacia e sicurerezza dell'impianto di ICD (Implantable Cardioverter Defibrillator) combinato con CRT (Cardiac Resynchronization Therapy) verso il solo ICD in pazienti affetti da scompenso cardiaco di grado lieve/moderato in terapia farmacologica usuale. Studi precedenti avevano già dimostrato l'efficacia di tale combinazione in soggetti con scompenso severo ma non esistevano dati sulle forme di scompenso meno gravi. Lo studio RAFT ha arruolato 1.798 pazienti in 34 diversi centri tra Canada, Europa e Australia tra il Gennaio 2003 e Febbraio 2009. L'età media dei soggetti era 66 anni, l'82% erano uomini e due terzi dei pazienti avevano una origine ischemica dello scompenso. Il follow-up medio è stato di 40 mesi, sicuramente uno dei maggiori in trial di questo tipo. I risultati hanno mostrato una riduzione significativa del 25% di morte + reospedalizzazione per scompenso nel gruppo ICD+CRT vs solo ICD. Anche l'incidenza di morte per tutte le cause si è ridotta nel gruppo ICD+CRT vs solo ICD. Gli autori stanno anche ultimando una analisi di cost-effectiveness dell'impiego dei due device vs il solo ICD.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA