CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Perindopril/indapamide più efficaci nel migliorare la disfunzione endoteliale negli ipertesi

Fonte: Am J Hypertens 2010; 23 (10): 1136-1143.

Questo studio ha valutato se i trattamenti anti-ipertensivi influiscono sulla microcircolazione e se una combinazione ad un dosaggio fisso di perindopril/indapamide (per/ind) modifica la microcircolazione nei pazienti ipertesi indipendentemente dalla riduzione pressoria. Sono stati arruolati 93 pazienti e sono stati suddivisi in 4 gruppi a seconda della loro pressione e del trattamento anti-ipertensivo in atto: (i) ipertesi controllati trattati con per/ind, (ii) ipertesi controllati trattati con farmaci diversi da ACE inibitori o da diuretici, (iii) ipertesi non controllati trattati con farmaci diversi da ACE inibitori o da diuretici, (iv) pazienti normotesi non in trattamento. La densità capillare è risultata significativamente più alta nei pazienti controllati trattati con per/ind rispetto agli altri gruppi (P < 0.05). I pazienti controllati trattati con per/ind hanno avuto una maggiore risposta endoteliale alla pilocarpina rispetto ai pazienti degli altri gruppi (P < 0.05). I parametri emodinamici, invece, sono migliorati in modo simile in entrambi i gruppi controllati rispetto ai soggetti non controllati dalla terapia in atto (P < 0.05). Quindi i pazienti ipertesi con una pressione ben controllata da per/ind hanno una densità capillare e una funzione endoteliale normalizzata, mentre gli altri trattamenti, ad esclusione degli ACE inibitori e dei diuretici, hanno meno effetto nonostante una simile riduzione della pressione sanguigna.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA