CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Il doppio della dose di clopidogrel non è meglio della dose standard nel pevenire morte, SCA e riocclusione di stent medicati

Fonte: American Heart Association Congress 2010, Chicago.

Confrontando la dose standard giornaliera di clopidogrel (75 mg) rispetto ad una alta dose (150 mg) non si è riscontrato un riduzione dell'inicidenza di morte, sindrome coronaria o restenosi in pazienti ad alto rischio che erano stati sottoposti a PCI con impianto di stent medicati: queste sono le conclusioni preliminari dello studio GRAVITAS (Gauging Responsiveness With A VerifyNow Assay - Impact on Thrombosis and Safety). Lo studio è nato dal riscontro di un maggior rischio di eventi cardiovascolari dopo PCI + stent medicato in pazienti con una iperreattività piastrinica determinata mediante il test VerifyNow (test che valuta la funzione piastrinica). I Riercatori coordinati dal dott. M.J. Price della Scripps Translational Science Institute di La Jolla, California, hanno arruolato 2.214 pazienti sottoposti a PCI con impianto di stent medicato e con VerifyNow test positivo per iperreattività piastrinica e li hanno randomizzati a clopidogrel 75 mg e 150 mg. A sei mesi l'end point composito (morte per causa cardiovascolare, episodi di sindrome coronarica, e numero di riocclusioni coronariche) era per i pazienti ad alta dose di clopidogrel del 2,3 %, dato identico a quello dei pazienti con dose standard di 75mg. Ulteriori analisi dei dati del GRAVITAS sono previste per l'inizio del 2011.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA