CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

BASKET PROVE: safety analoga tra DES e BMS nei grossi vasi

Fonte: American Heart Association Congress 2010, Chicago.

Da sempre si nutrono molti dubbi sulla sicurezza dei DES nel lungo termine quando applicati su grossi vasi (superiori a 3 mm). A Chicago, durante una sessione dei Late Breaking Clinical Trials, sono stati presentati i risultati dello studio BASKET PROVE (Late Cardiac Death and Myocardial Infarction associated with late Stent Thrombosis in Large Vessel Stenting after 1st or 2nd generation Drug Eluting compared to Bare Metal Stents: the Basket Prospective Evaluation Examination). Lo studio ha arruolato 2.314 pazienti in Svizzera, Danimarca, Austria e Italia divisi in 3 gruppi: sirolimus eluting stent, everolimus eluting stent e stent metallico tradizionale. Due terzi dei soggetti inclusi nello studio avevano una sindrome coronarica acuta di cui 50% con IMA acuto e i rimanenti con sindrome coronarica cronica. Tutti i pazienti sono stati trattati con aspirina e clopidogrel per 12 mesi dopo l'intervento indipendentemente dallo stenting applicato. A due anni dalla procedura l'incidenza di morte cardiaca o IMA è stata el 2,7% nel gruppo sirolimus coated stent, del 3,3% nel gruppo everolimus coated stent e del 4,8% nel gruppo con stent tradizionale. I Ricercatori hanno concluso che lo studio BASKET PROVE ha dimostrato che gli stent a rilascio di farmaco sono sicuri anche nel trattamento di lesioni coronariche in grossi vasi (superiori a 3 mm).

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA