CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

DEFINE trial: anacetrapib efficace e sicuro sulle HDL senza disdegnare la riduzione delle LDL!!

Fonte: American Heart Association Congress 2010, Chicago.

La terapia con anacetrapib riduce significativamente le LDL (end point primario) e raddoppia i livelli di HDL (end point secondario) a 24 settimane nei pazienti con recente sindrome coronarica acuta o ad alto rischio di evento cardiovascolare, queste sono le conclusioni a cui sono giunti i ricercatori coordinati da C.P. Cannon, del Brigham and Women's Hospital, Boston. Inoltre, i ricercatori dello studio DEFINE (Determining the EFicacy and Tolerability of CETP INihibition with AnacEtrapib) hanno dimostato la sicurezza a 76 settimane in termini di non modificazioni della pressione arteriosa, non alterazioni degli elettroliti ematici (in particolare potassiemia) e dei livelli di aldosteronemia e una non significativa incidenza di eventi avversi rispetto al placebo, a differenza del suo precursore torcetrapib. Lo studio, in doppio cieco, ha arruolato 1.623 pazienti in 153 centri di 20 paesi e randomizzati ad assumere anacetrapib 100 mg o placebo per 18 mesi. I pazienti erano già in terapia con statine o altri ipolipemizzanti orali ed erano già a target per i livelli di LDL. Al termine dello studio i livelli di LDL si sono ridotti del 40% (da un valore medio di 81 mg/dl a un valore di 49 mg/dL) mentre i livelli di HDL sono passati da 40 mg/dL a 101 mg/dL già dalla 24° settimana. "Nessuna terapia aumentata il valore delle HDL come stato dimostato dall'anacetrapib", ha concluso Cannon, "questo farmaco fornisce un supporto davvero valido alla terapia con statine".

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA