CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Patologia coronarica nei diabetici: meglio un approccio aggressivo o conservativo?

Fonte: Curr Opin Cardiol 2010; 25(6): 597-602.

Questa review ha valutato se una rivascolarizzazione coronarica immediata sia superiore a una terapia medica (OMT) nel prevenire eventi cardiaci maggiori nei pazienti diabetici di tipo 2 e patologia coronarica stabile (CAD). Sono stati considerati gli studi clinici controllati che hanno paragonato una strategia di rivascolarizzazione coronarica tramite by pass (CABG), rivascolarizzazione percutanea (PCI) o tramite terapia medica con particolare attenzione allo studio BARI 2D (Bypass Angioplasty Revascularization Investigation 2D). E’ stato osservato che una PCI o un CABG tempestivi alleviano i sintomi e migliorano la qualità di vita più della terapia medica; ma una PCI precoce nei pazienti con una patologia coronarica meno estesa non riduce significativamente il rischio di morte o di infarto del miocardio. Nei pazienti con una patologia coronarica più estesa, in cui una rivascolarizzazione più completa può essere raggiunta con un CABG, invece, c’è un minor rischio di mortalità rispetto a quelli trattati con terapia medica. Concludendo, nei pazienti diabetici con patologia coronarica stabile in cui i sintomi anginosi siano controllati, la terapia medica dovrebbe essere preferita; nei pazienti con un danno coronarico più esteso, invece, un CABG tempestivo, in assenza di controindicazioni, associato ad una terapia medica e ad una sensibilizzazione insulinica, dovrebbero essere praticati per ridurre l’incidenza di infarto del miocardio.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA