CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Il percorso della microalbuminuria: da marker precoce di danno renale a forte predittore di rischio cardiovascolare

Fonte: Journal of Hypertension - December 2010 - Volume 28 - Issue 12 - p 2357-2369.

Vi è una chiara evidenza che i livelli di escrezione urinaria di albumina, anche al di sotto del cut-off attualmente utilizzato per diagnosticare la microalbuminuria, sono associati ad un aumentato rischio di eventi cardiovascolari. I rapporti di microalbuminuria con una varietà di fattori di rischio, come ipertensione, diabete e sindrome metabolica e con diversi indici di danno d'organo subclinico, possono contribuire, almeno in parte, per spiegare l'aumentato rischio cardiovascolare conferito dalla microalbuminuria. Tuttavia, diversi studi hanno dimostrato che l'associazione tra microalbuminuria e patologia cardiovascolare rimane quando tutti questi fattori di rischio sono presi in considerazione nelle analisi multivariate. Pertanto, gli esatti meccanismi fisiopatologici che spiegano l'associazione tra microalbuminuria e rischio cardiovascolare restano completamente sconosciuti. La semplice ricerca di microalbuminuria nei pazienti ipertesi può consentire al medico di valutare meglio il rischio cardiovascolare assoluto, e la sua identificazione può indurre i medici a incoraggiare i pazienti a cambiare stile di vita e, forse, potrebbe indurre ad una modifica più aggressiva dei fattori di rischio cardiovascolare.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA