CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Metformina: vecchio farmaco, nuove evidenze.

Fonte: Arch Intern Med. 2010, 170 (21) :1892-1899.

La metformina è raccomandato nel diabete mellito tipo 2 in quanto in grado di ridurre la mortalità tra i pazienti in sovrappeso partecipanti al Prospective Diabetes Study nel Regno Unito quando utilizzata in prevenzione primaria. Tuttavia, la metformina spesso non viene utilizzata nei pazienti con patologie cardiovascolari a causa delle preoccupazioni sulla sua sicurezza. Questo studio ha valutato se l'uso di metformina è associato o meno ad una diversa mortalità tra i pazienti con aterotrombosi. Il campione comprendeva 19.691 pazienti con diabete e aterotrombosi partecipanti al registro REACH tra il 1 dicembre 2003 e il 31 dicembre 2004, trattati con o senza metformina. L'outcome principale era la mortalità a 2 anni. I tassi di mortalità sono stati del 6,3% nei pazienti trattati con metformina e 9,8% nei pazienti senza metformina. L’associazione con la più bassa mortalità era significativa nei sottogruppi, in particolare nei pazienti con storia di insufficienza cardiaca congestizia, nei pazienti di età superiore ai 65 anni e nei pazienti con una clearance della creatinina compresa fra 30 e 60 ml/min/1,73 m2. In conclusione, l’uso di metformina può diminuire la mortalità tra i pazienti diabetici anche in prevenzione secondaria, anche fra quei sottogruppi di pazienti in cui il suo uso non è raccomandato. Di conseguenza l’uso della metformina dovrebbe essere testata tramite uno studio prospettico in queste popolazioni per confermarne l’effetto sulla sopravvivenza.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA