CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

La pressione arteriosa nei pazienti dializzati

Fonte: Journal of Hypertension 2010, 28:2475-2484.

Nei pazienti in dialisi, i bassi valori di pressione arteriosa sono associati a tassi di mortalità più elevati rispetto a valori da normali a moderatamente elevati. Questo paradosso potrebbe essere correlato alle comorbilità. I pazienti sottoposti a dialisi con rene policistico (PKD) di solito hanno minori comorbilità e maggiore sopravvivenza: un gruppo di ricercatori hanno quindi voluto verificare se in questi pazienti, rappresentativi di una popolazione “più sana” fra i pazienti dializzati, l'ipertensione sia associata a una mortalità più elevata. Sono stati quindi valutati 67.085 pazienti senza rene policistico e 1.579 con rene policistico per un periodo di 5 anni. Nei pazienti con rene policistico una pressione arteriosa sistolica pre- e post-emodialitica minore di 120 mmHg era associata a un aumento di mortalità mentre una pressione diastolica pre-emodialitica  pari o superiore a 80 mmHg era associata con una maggiore sopravvivenza. Associazioni simili sono state osservate anche per i pazienti senza rene policistico. In conclusione, nei pazienti emodializzati con e senza rene policistico, l’andamento dei valori pressori ha lo stesso peso sulla mortalità, anche se serviranno ulteriori conferme per poter decidere i target pressori ottimali nei pazienti dializzati.

Scarica allegato in JPG - Download

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA