CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Effetto del dosaggio di B-peptide natriuretico nei pazienti con dispnea acuta in emergenza

Fonte: December 6, 2010 vol. 153 no. 11 728-735.

Nonostante sia testata l'accuratezza di peptide natriuretico di tipo B (BNP) come test per la diagnosi di insufficienza cardiaca scompensata acuta, è stato valutato l'effetto dell’uso precoce di questo test sugli esiti clinici in pazienti con dispnea acuta in pronto soccorso e situazioni di emergenza. L’obiettivo era instaurare precocemente una terapia a ridurre al minimo il numero e la durata dei ricoveri. Due revisori hanno usato come fonti Ovid MEDLINE ed EMBASE, senza restrizioni di lingua, per individuare gli studi pertinenti, pubblicati dal gennaio 1996 al luglio 2010, confrontando questi parametri: la mortalità, l'ammissione, o la lunghezza della degenza ospedaliera. Cinque studi clinici condotti in 5 Paesi e coinvolgendo 2.513 pazienti soddisfacevano i criteri di inclusione. BNP sulla mortalità generale ha dato risultati non significativi (odds ratio, 0,96 [95% CI, 0,65-1,41]). I tassi di ricovero sono diminuiti nel gruppo testato rispetto al gruppo controllo (odds ratio, 0,82 [CI, 0,67-1,01]), anche se non  in modo statisticamente significativo. La durata del ricovero in ambito ospedaliero e in unità di terapia intensiva era solo modestamente ridotta nel gruppo testato rispetto al gruppo controllo, con una differenza media di -1,22 giorni (CI, da -2,31 a -0,14 giorno) e -0,56 giorno (CI, -1,06 per -0,05 giorno), rispettivamente. Non esiste correlazione invece con i tassi di mortalità ospedaliera.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA