CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Nuove frontiere per la comprensione dell'aterosclerosi precoce

Fonte: Eur Heart J (2010) 31 (23): 2909-2914.

Attualmente si ritiene che cellule progenititrici endoteliali possano partecipare alla riparazione dell'endotelio coronarico danneggiato. Inoltre, dati recenti mostrano l'esistenza di cellule endoteliali coesprimenti markers osteoblastici (osteocalcina), che sembrano aumentate nei soggetti con aterosclerosi precoce. Uno studio apparso sullo European Heart Journal, ha cercato di validare e confermare questa ipotesi. Prelievi ematici sono stati effettuati dall'aorta prossimale e dal seno coronarico di 31 pazienti già sottoposti a test invasivi di funzionalità endoteliale coronarica. Utilizzando un citometro di flusso, è stata effettuata la conta delle cellule mononucleate esprimenti osteocalcina ed è stato valutato il gradiente netto arterovenoso, ovvero la quota di ritenzione di cellule dell'albero coronarico. Parimenti, è stata valutata la produzione netta di stromal cell-derived factor-1 alpha (SDF-1 alpha) e interleukina-8 (IL-8), da prelievi di sangue periferico. Confrontati con i controlli (17 soggetti), i pazienti con disfunzione endoteliale (14 soggetti), hanno mostrato una ritenzione netta di cellule progenitrici endoteliali esprimenti osteocalcina (P = 0.004) e il grado di ritenzione è risultato correlato con il grado di disfunzione endoteliale. Infine, è stata evidenziata un produzione netta di IL-8 nei soggetti con disfunzione endoteliale, a fronte di un'assenza nei soggetti senza disfunzione. Una nuova frontiera per la comprensione dell'aterosclerosi precoce.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA