CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Acido palmitoleico, trans-palmitoleato e rischio metabolico

Fonte: Ann Intern Med. 2010;153:790-799.

L’acido palmitoleico (cis-16: 1n-7), prodotto dalla sintesi endogena di grassi, è stato collegato a effetti metabolici sia benefici che deleteri, dati che potrebbero essere stati fuorviati in un senso o nell’altro da diversi fattori determinanti e dal tessuto di produzione endogena. Il trans-palmitoleato (trans-16: 1n-7) rappresenta una fonte esogena distinta dal cis16: 1n-7, non confondibile con i parametri legati alla sintesi endogena. Pertanto, si è pensato di indagare se i livelli circolanti di trans-palmitoleato siano collegati in modo indipendente alla riduzione del rischio metabolico e all’incidenza di diabete di tipo 2. Sono stati valutati 3.736 pazienti adulti in uno studio prospettico di coorte dal 1992 al 2006. Sono state misurate le caratteristiche antropometriche, i livelli di acidi grassi del plasma, lipidemia, marker di infiammazione, livelli di glucosio e insulina misurati al basale nel 1992 assieme alla raccolta delle abitudini alimentari. È risultato che il consumo di latte intero era fortemente associato a livelli elevati di trans-palmitoleato. I livelli più alti trans-palmitoleato sono stati associati con un’adiposità leggermente inferiore e, indipendentemente, con livelli più elevati di colesterolo HDL, livelli più bassi di trigliceridi, un minore rapporto colesterolo totale/rapporto colesterolo-HDL, livelli più bassi di proteina C-reattiva e minore resistenza insulinica. Il trans-palmitoleato era anche associato ad una incidenza sostanzialmente inferiore di diabete. Gli autori stessi sottolineano come i risultati dello studio potrebbero essere influenzati da errori di misurazione o di confondimento residui; tuttavia, i valori circolanti di trans-palmitoleato sono associati con minore insulino-resistenza più bassa, presenza di dislipidemia aterogenica e incidenza di diabete. Questi risultati possono spiegare i benefici metabolici osservati in precedenza dal consumo di latte e sostenere la necessità di ulteriori studi sperimentali e clinici.

Scarica allegato in JPG - Download

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA