CardioLink Scientific News - Giornale telematico di informazione medico scientifica

Associazione tra dissincronia ventricolare meccanica e la risposta alla terapia di resincronizzazione

Fonte: Eur Heart J (2010) 31 (24): 3054-3062.

Gli attuali criteri per la terapia di risincronizzazione cardiaca (CRT) sono riservati ai pazienti con complesso QRS largo (> 120 ms). Complessivamente, solo il 30% dei pazienti con scompenso cardiaco dimostra un complesso QRS largo, lasciando la maggior parte dei pazienti con insufficienza cardiaca senza questa opzione di trattamento. Due centri hanno randomizzato un totale di 123 pazienti con insufficienza cardiaca e con complesso QRS stretto (<120 ms) sottoposti a CRT in uno studio osservazionale. Per la dissincronia sono stati valutati: il grado di riempimento LV (LVFT / RR), il tempo pre-espulsione LV (LPEI), la dissincronia interventricolare meccanica (IVMD), la resistenza di parete (OWD) ed il rilasciamento di parete antero posteriore con il monitoraggio speckle (ASPWD). La risposta alla CRT è stata definita come una riduzione ≥ 15% del volume telesistolico ventricolare sinistro a 6 mesi di follow-up. Per LVFT / RR, LPEI, e IVMD la presenza di dissincronia significativa è <20%. La  dissincronia meccanica può essere quindi ampiamente osservata in pazienti con insufficienza cardiaca e con complesso QRS stretto. In particolare, le misure di dissincronia ventricolare meccanica possono essere utili per predire il rimodellamento LV a 6 mesi di follow-up dei pazienti in caso di insufficienza cardiaca con un complesso QRS stretto, ma con maggiore sicurezza rispetto ai parametri attualmente utilizzati in pazienti con QRS non stretto.

VUOI ESSERE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NOTIZIE DI CARDIOLOGIA E DIABETOLOGIA?
Iscriviti gratuitamente e ricevi le news di CardioLink direttamente nella tua e-mail

Inserisci qui sotto il tuo indirizzo e-mail

Scarica la nostra nuova APP MyCardioLink
Scarica App MyCardioLink Scarica App MyCardioLink

Leggi l'articolo completo su CardioLink Scientific News

VERSIONE SEMPLIFICATA DEI CONTENUTI DI CARDIOLINK SCIENTIFIC NEWS

VISUALIZZA VERSIONE COMPLETA